I Giovani

Se ci si domanda quali sono le principali forme di vita politica praticate dai giovani, sul lato che si chiama “sinistra” troviamo i rappresentanti del no global e di altre forme di radicalismo anche estremo e pittoresco; sul lato destro i componenti di gruppi e movimenti parafascisti e ultrà. Per tutti costoro la politica non è -si direbbe- un’attività articolata, una ricerca di soluzioni mediate dallo studio dei problemi e dal discorso, ma una generica voglia di “fare cose”, di agire e perfino di menar le mani, di “fargliela vedere”, di “dargli una lezione”. A destra e a sinistra la politica tende insomma a identificarsi non con l’elaborazione culturale ma con il “comportamento”. […] Altre minori compagini di giovani frequentano la sfera politica come fonte di opportunità di carriera, a cui si può aspirare senza bisogno di procurarsi una formazione approfondita e specifica. In conclusione, da una parte stanno i giovani estremisti e radicali che praticano la politica come azione, dall’altra quelli che la ricercano come mera strada a una professione meno difficile delle altre. E gli altri dove sono?

Raffaele Simone – Il mostro mite

 

Da questa parte, mi sento solo…

Alex

Annunci

One comment

  1. … gli altri o non sono abbastanza arrabbiati, o non sono abbastanza furbi, devi elevarti al di sopra degli altri, delle pecore, dei pigri, coloro che sopravvalutano gli altri, di coloro che si sottovalutano, e ti sottovalutano….oppure abbassarti al di sotto di loro…. stare al loro livello sentirti come loro è una stronzata, sono semplicemente nati vecchi, e non sanno cosa voglia dire combattere, ne per un ideale (pochi) ne per il gusto stesso di farlo (tanti) …. quando vedi i nomi dei martiri nella pietra, e tocchi quelle lapidi cosa provi? io calore e un po’ di invidia… gli altri sentiranno solo il freddo e penserano che la pietra è così, ma in realtà è il loro cuore ad esser freddo.
    Il combattimento (leggi azione) è secondo me un fatto di geni… se sei nato per farlo lo farai… e a un certo punto sceglierai da che parte stare… punto. Non c’è destra non c’è più sinistra
    ci sono avversari con cui vale la pena combattere ed altri no. Per questo io cercherei i ragazzi prima che se li prendano le curve, prima che li assoldino i fasci, perchè loro sono solo lì che aspettano di mettere la loro forza al servizio di qualcosa! E noi tutti, noi poveri vecchi stronzi, ancora facciamo il nonnismo ancora crdiamo che chi è più giovane e aarabbiato debba essere frustrato nelle idee. i giovani hanno sempre ragione per il semplice fatto che ci sopravviveranno.
    Non sai quanto lo squadrismo faccia sentire importante un combattente, e non sai quanto la presunzione altrui lo uccida… Siamo noi i ns nemici.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...