Coesione e carisma

Questo post arriva un po’ in ritardo a causa dei vari impegni universitari, avrei potuto anche evitare di scriverlo ma tant’è, prendetelo così come viene. Buona lettura.

 

Le vittorie di Pisapia e De Magistris, ma anche di altri candidati alle comunali per il centro-sinistra, anche se vorrei porre maggiormente l’attenzione su questi due, che rappresentano i casi più eclatanti, hanno un significato, secondo me particolarissimo. Nel mio piccolo sono giunto a due importanti conclusioni che si possono facilmente dedurre, la prima è che c’è bisogno di personaggi carismatici da portare al governo, sia nelle città che dello stato (dove io, sinceramente, ci vedrei bene Nichi Vendola, e dicendo questo vado contro il mio stesso partito). Questo vuole essere anche un monito ai partiti del centro-sinistra scafatese, credo che un leader lo si può anche costruire col tempo, facendolo conoscere alle persone che lo andranno a votare e farlo entrare, di conseguenza, nel loro immaginario come il prossimo sindaco, accrescendone così il potere carismatico. La seconda è che per vincere bisogna andare alle elezioni tutti uniti e compatti, e seguendo linee programmatiche comuni. Questo è avvenuto a Milano con Pisapia, portato da tutti i partiti di centro-sinistra è riuscito a fermare il trend di vittorie del centro-destra, ed è successo con De Magistris a Napoli, nel momento in cui ai ballottaggi anche il PD, e tutti quelli che portavano Morcone, si sono espressi per il candidato che all’inizio era condannato a sconfitta sicura. Altra nota negativa che ho riscontrato a livello cittadino, infatti alle ultime comunali abbiamo consegnato la città in mano al centro-destra solo perché si sono presentati due candidati di sinistra. So di essere il meno titolato a dire questo genere di cose, ma vedo che sono cose che la maggior parte delle persone ancora deve capire (o fa finta di non capire) e poi alle stesse conclusioni ci è arrivato anche Di Pietro, quindi… Inoltre so anche che il caso di De Magistris forse andrebbe approfondito maggiormente, ma per questo ci sono tutti gli analisti e i politologi che sicuramente saranno più bravi di me.

 

Perché le idee sono come farfalle
che non puoi togliergli le ali,
perché le idee sono come le stelle
che non le spengono i temporali,
perché le idee sono voci di madre
che credevano di avere perso
e sono come il sorriso di Dio
in questo sputo di universo.

 

Alex

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...