Buffoni!

Ci ho provato.
Ho provato ad essere calmo e tranquillo. Ho provato ad aspettare educatamente, a cercare un dialogo, un confronto. Mi ero anche preparato un discorso:

Per chi non mi conoscesse, mi presento: sono Alessandro Giordano, promotore del primo Comitato per la tutela del “Mauro Scarlato”. Se sono qui in questo momento è perché mi sento in dovere di lanciare uno spunto di riflessione e una proposta, evadendo da ogni tipo di polemica che possa venirne fuori, nonostante sia molto rammaricato da quanto sta succedendo in questi giorni. Sono letteralmente compiaciuto per la presa di coscienza del nostro sindaco, il quale da un mese a questa parte, dopo avere nei mesi precedenti professato che il primo soccorso, legato all’eccellenza, fosse la scelta giusta per noi ed il nostro ospedale, improvvisamente ha cambiato idea ed ha deciso di organizzare questa manifestazione per la riapertura del pronto soccorso e dei reparti legati all’emergenza, solo gli stolti non cambiano idea, mi complimento con il Sindaco che finalmente ha compreso le necessità della cittadinanza. E qui parte la riflessione: non vorrei che i politici di turno, che sono presenti stasera in pompa magna, stessero facendo campagna elettorale sulla salute mia, vostra e di tutti i cittadini scafatesi, in vista dell’appuntamento elettorale del 2013. La politica ci ha abituato a cose ben peggiori. Ebbene, faccio un appello a tutti i cittadini di Scafati, se le mie paure dovessero avverarsi, prendetene atto! E comportatevi di conseguenza! A questo punto vorrei, allora, lanciare una proposta, e la vorrei lanciare proprio al nostro Sindaco: proprio per scongiurare queste mie paure (e mi auguro non siano solo mie), perché non invitiamo i rappresentanti regionali in un’assemblea pubblica sul nostro ospedale? In quella sede dovranno sottoscrivere l’impegno concreto di portare avanti una battaglia per il pronto soccorso del “Mauro Scarlato”, farsi carico delle nostre istanze e alzare il tiro della battaglia e modificare questo “Decreto 49”! Perché concorderete con me che fare una manifestazione a Scafati è fine a se stessa se non c’è qualcuno che raccoglie la sfida. Ovviamente come contropartita, i cittadini potranno liberamente chiedere la testa (politicamente parlando, ovviamente) del politico che ha disatteso le aspettative. Se, ovviamente, questa cosa non avverrà entro un breve termine, sarà chiaro l’intento dell’evento di oggi: creare solo una passerella dove i nostri politici possono sfilare, mostrare i propri muscoli di cartone e disattendere, ancora una volta, il grido di noi cittadini, che paghiamo a caro prezzo la chiusura di questo ospedale!

Ed ecco che tutte le mie paure, tutti i miei dubbi prendono realtà, Pasquale Aliberti e Michele Raviotta oggi non hanno fatto altro che farsi la passerella elettorale. Non hanno fatto altro che pubblicizzarsi, ad un anno dalle elezioni senza prendere impegni concreti, parlando di “tavoli tecnici”, come se ne sta parlando da due anni oramai. Se poi ci mettiamo anche che il Sindaco, solo dopo le pressioni dei cittadini è sceso a parlare ed ha dato del “Buffone” a chi dal basso chiedeva un impegno concreto, beh, qui veramente cominciamo a capire la caratura dei nostri politici e spero vivamente che i cittadini prendano atto di questo e non confermino più, questa amministrazione comunale fatta di pagliacci e saltimbanchi. Eppure io ero sceso con tutte le buone intenzioni, si ci sono messi loro a mettermi le dita negli occhi.

Perdonatemi, ma ora sono veramente incazzato!

Alex

Annunci

6 comments

  1. ……..Bisogna “azzeccare” manifesti abusivi… fondo bianco e scritte con quei grossi pennarelli rossi (in stile disoccupati di napoli) si con quelle colature che fanno così tanto sangue secco fuoriuscito!
    con parole normali e con cose che tutti capiscono, tipo VERGOGNA stronzi !
    ma senza organizzarsi e senza dirlo a nessuno, perchè i fermenti e le idee appartengono sempre agli anonimi, i VIP 🙂 e tu compreso, sei strumentalizzabile, l’associazione stessa lo è l’immagine per un estraneo di persone chiuse in una stanza a ragionare rende diffidenti gli estranei e non difendibili facilmente le loro idee!
    (io ad esempio odio i Vigili di scafati come un cane odia i postini ma visto che lo sanno tutti non potro mai andare a scrivere cio’ che vorrei lì di fronte al comune.. mi sono esposto gìa troppo :)….

    Non prendermi troppo sul serio, ti sto solo facendo compagnia, come un altro povero paziente nella sala d’aspetto del ns FU OSPEDALE, a cui sono tanto affezionato ! (ci sono nati i miei fratelli e morti altri parenti, e mi ci hanno ricucito un bel pò suturine.. e per altri motivi e ricordi non proprio belli… ma ci sono affezionato nonostante le barzellette che negli anni si sono avvicendate sulla ns ASL peggio di quelle dei carabinieri)…

    ah rileggendomi! voglio puntualizzare che i manifesti non servono ad aiutare nella questione ospedale, (so che lì ci vuole un intervento divino centrale – leggi anche dall’alto- ) ma solo a farci sfogare un po’, nella speranza che altri si decidano a sfogare insieme a noi….
    ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...