Perché si aspetta il nuovo iPhone?

So che questo articolo stona un po’ con la natura del blog, ma avevo voglia di scrivere la mia.

I miei rapporti con Apple si sono interrotti bruscamente quando a Maggio ho cambiato il mio iPhone 4 da 32Gb con un Galaxy Nexus, il giovanotto aveva cominciato a darmi problemi da un po’, il tasto home funzionava una volta su tre e la reattività generale andava piano piano scemando. In passato sono stato possessore di due iPod Nano da 2 Gb di seconda generazione (di cui uno andato perso o rubato, non l’ho mai stabilito con certezza) e un iPod Touch da 8Gb di seconda generazione, non mi definirei quindi un fan della casa dalla mela morsicata, cerco di considerarmi però al di sopra dell’utenza media, che va oltre il brand di moda e comprende a pieno le potenzialità di quello che io chiamo «Universo Apple».

Veniamo ad oggi, 12 Settembre 2012, alle 19:00 (ora italiana) dovrebbe cominciare la conferenza stampa di presentazione della quinta reincarnazione dello smartphone made in Cupertino, l’iPhone. L’attesa è stata spasmodica, con centinaia e centinaia di rumor, voci, fotografie rubate, video e mockup, a dimostrazione che l’attesa è viva e l’aspettativa forte. Ma perché tutto questo? E soprattutto, perché solo con l’iPhone? Certo, ogni tanto si vede in giro qualche foto di qualche altro terminale di casa Samsung, Htc o vattelapesca, ma nessuna di queste notizie è cliccata, spulciata, letta come quando viene pubblicata una notizia relativa al prossimo iPhone e l’attenzione generata attrae anche i non addetti ai lavori. Qual è quindi il fattore che discrimina l’iPhone e lo eleva rispetto agli altri smartphone nell’immaginario collettivo? L’unica risposta che sono riuscito a darmi è stata «l’innovazione». Ogni anno Apple alza di un po’ l’asticella del top della tecnologia mobile costringendo tutti gli altri produttori ad una rincorsa all’imitazione, ogni anno c’è sempre qualcosa «in più» nel nuovo iPhone rispetto alla concorrenza, che non si riduce alla mera potenza hardware ma che riesce a racchiudere in se quel «one more thing» che tanto piaceva a Steve Jobs. Si è partito col touchscreen capacitivo e l’app store per terminare con il display Retina e Siri, tutte features che a livello hardware o software hanno scandito i tempi della crescita tecnologica per arrivare agli smartphone che usiamo oggi. Ed è forse tutto questo che attrae coloro i quali, ogni anno, seguono la presentazione del nuovo iPhone, perché ad ogni conferenza è come se si aprisse una piccola finestra sul futuro da cui tutti noi possiamo vedere cosa ci attende, risvegliando così quel nostro io-bambino che nel 2012 sognava auto volanti e case sospese in cielo, quell’io-bambino che abbiamo un po’ tutti e che ogni anno si risveglia per dare una sbirciata al mondo di domani. O almeno è così per me.

Alex

Annunci

2 comments

  1. Dici bene quando parli di “Universo Apple”. E’ un altro mondo. Non so se hai letto Steve Jobs di Walter Isaacson, ma te lo consiglio. Io ho deciso che avrei comprato un iPhone iniziando la scoperta del nuovo mondo leggendo questo libro e utilizzando nel contempo un iPod touch 4 che avevo regalato alla mia ragazza. Sembra strano, ma la sensazione d’uso cambia radicalmente nel conoscere le storie che ci stanno dietro la progettazione di questi giocattolini (per me poi che lavoro nell’ambiente). Sicuramente ci saranno anche per gli altri, ma anche il modo di comunicare al pubblico e fare marketing è anch’esso fondamentale e se tu hai una peculiarità e non la sai presentare, rimani schiacciato. Sicuramente posso dirti che Apple è anche uno status, perchè chi utilizza a ragione e pienamente le funzionalità di questi dispositivi sono veramente pochi, ormai lo comprano tutti (favoriti dalle varie offerte), anche quelli che non sapevano nemmeno usare i vecchi cellulari. Ciao.

  2. Uno strano senzo di colpa ti ha fatto scrivere ‘sto post!
    io non sono d’accordo ! … parlate di alzare l’asticella come se fosse uno sforzo condiviso mondiale! una tecnologia che viene bella e servita puntualmente 2 volte l’hanno è una presa in giro, sono sicuro che potrebbero darci gia adesso tecnologia della decima generazione!
    Ma non lo faranno! e perchè dovrebbero se voi ad ogni nuovo anno vi aggiornate l’ipod? con questa dinamica fate in modo che possa essere l’apple ad arrivare (economicamente) per prima nel acquisto dei nuovi brevetti (io non credo affatto che siano i grandi scienziati apple a migliorare il mondo ) ….e personalmente faro’ sempre il tifo per il resto del mondo che si impegna a creare tecnologia che sia più facilmente condivisibile e sempre più a basso costo, e con livelli di condivisione, e sopratutto etici più corretta.
    Percio’ io credo che ora ormai sia semplicemente uno status simbol e basta…
    altrimenti ci si ribellerebbe a degli standard imposti… non un ingresso usb, non un cavetto standar (vedi l’USB per caricare condividere e fare tutto, prova rimanere in un posto e non avere il cavetto), solo pochi giga di memoria su un IPAD quando ne mettono il quadruplo su un ipod, (che è quattrovolte più piccolo’ (ormai 32 giga li mettii su una microSD, Io ho l’ipod da 80 Gb e l’ho riempito di musica! ma se all’epoca avessi potuto trovare la stessa capacita in qualcos’altro col cazzo che avrei comprato qualcosa da quelli della mela…)
    e poi io vivro’ su un’ altro pianeta ma non mi riesce proprio di sentirlo intorno a me questo fermento di cui parlate… evidentemente dipende tutto dal dove si rivolgono gli orecchi o da come vengono ben pilotati i ns Click sul mouse… (o evidentemente e io non lo sò o forse fingo di non saperlo esistono riviste che si danno arie da hi-tech ma in realtà è semplice gossip tecnologico).
    Detto ciò non c’è niente di male a desiderare un nuovo giocattolo, per quanto mi riguarda io sono così per altre cose, (moto) ma se devo essere sicero non mi aspettavo da te un post sull’argomento, secondo me una parte di te si sente in colpa e si giustifica qui !
    …. una volta un amico architetto mi disse… “l’eppol me parono e fascist e a microsoft e communist”
    😀
    se ti comprassi una ferrari, ti giustificheresti dicendo che lo fai perchè ha una buona tenuta di strada e perchè ti piace il rosso? Ciao e continua scrivere!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...